19.jpg

Consulenza del Lavoro 2

Amministrazione del personale

L'attività di consulenza copre le seguenti aree tematiche:

  • tenuta dei libri e dei documenti obbligatori;
  • apertura delle posizioni assicurative e previdenziali;
  • comunicazioni agli Enti preposti;
  • iscrizione agli Enti previdenziali complementari e agli Enti assistenziali;
  • avviamento al lavoro dei disabili;
  • tutela dei dati sensibili del lavoratore;
  • elaborazione degli stipendi;
  • elaborazione dei compensi dei lavoratori parasubordinati e autonomi;
  • adempimenti periodici (es. DM10, Emens, F24, ravvedimenti, ecc.);
  • adempimenti annuali (denuncia invalidi, autoliquidazione INAIL, CUD e certificazione lavoratori autonomi, Mod. 770 semplificato, ecc.).

 

Gestione delle vertenze individuali e collettive

L'attività di consulenza copre le seguenti aree tematiche:

  • procedure di conciliazione presso la Direzione Provinciale del Lavoro, le Associazioni di categoria o sindacali, il Tribunale Civile - Sezione Lavoro;
  • consulenza tecnica di parte (Tribunale civile, sez. lavoro);
  • coordinamento/confronto con i legali interni e ottimizzazione delle strategie nel contenzioso;
  • gestione delle procedure di conciliazione con le OoSs;
  • clausole di interpretazione autentica della contrattazione collettiva;
  • azioni di contrasto nel conflitto collettivo.

 

Consulenza giuridica in materia di Diritto del lavoro e della Previdenza Sociale

L'attività di consulenza copre le seguenti aree tematiche:

  • normativa in materia di agevolazioni all'occupazione;
  • gestione del collocamento obbligatorio (es. convenzioni, periodi di prova, licenziamento);
  • opportunità in materia di flessibilità contrattuale;
  • predisposizione di contratti e di incarichi di lavoro;
  • gestione completa del contratto di lavoro (es. congedi, trasferimenti, distacchi, aspettative non retribuite, ecc.);
  • gestione di procedimenti disciplinari;
  • gestione di procedure di licenziamento individuale, plurimo e collettivo;
  • gestione di procedure di accesso agli armonizzatori sociali (es. CIGO, CIGS, mobilità, ecc.);
  • risoluzione di problematiche previdenziali di base e complementari;
  • assunzione di lavoratori pensionati (es. agevolazioni normative, cumulo redditi, ecc.);
  • gestione di lavoratori migranti e delle problematiche in materia di diritto comunitario del lavoro e previdenziale.

 

Organizzazione del Lavoro

L'attività di consulenza e assistenza si rivolge, a titolo esemplificativo, alle seguenti aree tematiche:

  • analisi e definizione di: organigramma aziendale, posizioni del personale, struttura delle deleghe;
  • esternalizzazione delle attività strumentali e dei servizi;
  • cessioni delle attività aziendali;
  • distacchi e trasferimenti collettivi di personale;
  • incarichi di lavoro esterni e politiche di appalto di rami d'azienda.

 

Assistenza e consulenza nei rapporti sindacali

L'attività di consulenza copre le seguenti aree tematiche:

  • incontri periodici con le RSA/RSU;
  • contrattazione aziendale (es. orario di lavoro, premi di risultato, flessibilità, controlli sul personale);
  • gestione delle procedure di informazione e consultazione sindacale (es. esternalizzazioni);
  • procedure di accesso ai riditti sindacali (es. permessi, assemblee, proselitismo);
  • prevenzione di scioperi e conflitti;
  • gestione delle procedure di conciliazione con le OoSs.

News dello studio

mar18

18/03/2015

Dichiarazione 730 precompilata: ecco come accedere

I contribuenti non riceveranno a casa il 730 precompilato, ma lo otterranno accedendo alla propria area autenticata o dando apposita delega a intermediari Ormai è tutto pronto per l'operazione 730

mar18

18/03/2015

Ristrutturazione edilizia: IVA 10% per gli infissi, ma al netto del valore dei "beni significativi"

Ai fini dell’applicazione dell'IVA agevolata al 10%, gli infissi sono considerati sempre "beni significativi" Con la Risoluzione n. 25/E del 6 marzo 2015, l'Agenzia delle Entrate ha fornito

mar18

18/03/2015

Ravvedimento operoso: un’opportunità per chi sbaglia

La legge di stabilità 2015 rivoluziona il quadro applicativo del ravvedimento operoso. I contribuenti possono regolarizzare in maniera spontanea le violazioni commesse fino all’ultimo

News

dic4

04/12/2018

Bilancio di previsione: lo schema di parere come utile strumento per il revisore

I revisori dei conti di Comuni, Province

dic15

15/12/2018

Pace fiscale a fari (quasi) spenti, avvisi bonari negletti. Cercasi razionalità

Nel decreto fiscale 2019 è scomparsa nel